Strand East Tower - LONDRA

Una torre di legno nella Londra Olimpica

Un progetto degno di nota quello proposto dal Committente: la realizzazione di una torre dal forte impatto estetico, dal profilo elegante e di grande trasparenza. Una sfida che Wood Beton ha accettato: in poco più di un mese ha realizzato, in adiacenza al parco olimpico di Londra 2012, una “scultura trasparente” che si stringe al centro per formare un iperboloide con struttura autoportante,
senza sostegno interno.

In fase di montaggio la torre è stata divisa in 4 tronconi di cui, il primo, alto circa 3,5 metri, in acciaio, mentre i restanti tre in legno lamellare di larice. Ogni troncone della torre presenta un reticolo caratterizzato dall’incrocio di due strati di travetti, il primo in senso orario e il secondo in senso antiorario, facendo loro compiere una

40 Metri di altezza
1 Mese di realizzazione

torsione totale di 80° su tutta l’altezza, con un incremento di 5° in corrispondenza di ogni anello in acciaio per tutta l’altezza della torre. Gli anelli in acciaio costituiscono un vincolo a cerniera per stabilizzare i travetti in altezza ed una dima per imporre la torsione agli stessi.

In sommità è stata realizzata una piattaforma in acciaio con forma anulare, alla quale si accede mediante un ascensore di servizio sorretto da un traliccio in acciaio, vincolato alla torre in due punti in corrispondenza degli anelli in acciaio dei primi tre livelli.

Le tematiche tecniche da risolvere erano molteplici: i giunti tra gli elementi lignei, tra gli elementi lignei e la struttura in acciaio, l’attacco a terra della struttura in acciaio, la torsione degli elementi in legno. Questi, infatti, si avvolgono attorno all’iperboloide e ogni singolo elemento è sottoposto a torsione: è stato deciso di torcere i travetti direttamente in opera, previa verifica di compatibilità di tale metodologia con le forze da applicare.

Per il montaggio è stata utilizzata una struttura temporanea centrale di 16 metri, avente funzione di piano di lavoro per gli operai, dotato di parapetti di sicurezza, per svolgere tutte le operazioni senza rischi di cadute dall’alto, e funzione di dima a configurazione variabile per posizionare i conci della torre.

Tale dima è stata fissata in fondazione ed è servita al posizionamento degli elementi lignei di ogni singolo concio, iniziando da quello superiore fino a quello inferiore: una volta completato il primo concio, questo è stato sfilato e posizionato di fianco alla dima per permettere la realizzazione del secondo e del terzo, fino alla fase finale in cui i tre conci sono stati montati uno sull’altro.

Sistemi costruttivi utilizzati